Online e-book “I giardini di Ferrante Gorian”

In evidenza

13 dicembre 2020

In occasione del venticinquesimo della morte di Ferrante Gorian, i figli dell’architetto sono orgogliosi di proporre al pubblico la pubblicazione del libro “I giardini di Ferrante Gorian“.

Le-book è disponibile online con una pubblicazione aggiornata e ampliata rispetto alla prima edizione del 2013. Qui un estratto

La figura di Ferrante Gorian viene riconosciuta come una delle più importanti tra quelle dell’architettura del paesaggio italiano.
La donazione dell’archivio Gorian allo IUAV, Archivio Progetti, mette in risalto il riconoscimento da parte del mondo accademico dell’importanza di questo architetto, primo paesaggista onorato dallo IUAV.

University of Pennsylvania

In evidenza

Carteggio intercorso tra Ferrante Gorian e Ian L. Mc Harg, chairman di landscape architecture alla University of Pennsylvania, Filadelfia. Ian L. Mc Harg fu autore di un fondamentale testo per l’architettura del paesaggio moderno: “Design with nature”.

University of Pennsylvania

Nella rivista “LANDSCAPE” del marzo 1958, a cui Ferrante Gorian era abbonato, viene pubblicato un articolo di Ian Mc.  Harg, architetto con cui Gorian era in contatto.

IMG_20151021_0007(0) IMG_20151021_0008(0) IMG_20151021_0009 IMG_20151021_0010 IMG_20151021_0011

Nella raccolta della rivista “Landscape Architecture” custodita nell’archivio Gorian, è pubblicato nel gennaio 1967 un articolo di Ian Mc Harg.

IMG_20151021_0015 IMG_20151021_0016

IMG_20151021_0017IMG_20151021_0018

Sempre in “Landscape Architecture” dell’aprile 1967 altro interessantissimo articolo di Ian Mc Harg.

IMG_20151021_0019 IMG_20151021_0020 IMG_20151021_0021 IMG_20151021_0022

IFLA – 28 giugno 1954

Immagine

Queste due lettere spedite dall’ IFLA, la prima da Bruxelles nel 1954, la seconda da Parigi nel 1960, indicano Ferrante Gorian come presidente dell’IFLA in Uruguay.

IFLA

Tra le riviste in possesso di Ferrante Gorian negli anni trascorsi in Uruguay figura una raccolta di “LANDSCAPE” pubblicata da IFLA. Nel numero di settembre del 1957 appare, tra gli altri rappresentanti internazionali, il nome di Ferrante Gorian, come rappresentante dell’Uruguay.

IMG_20151021_0005(0) IMG_20151021_0006(0)

Giardino Magnoler – Treviso

Treviso, 30 gennaio 2021

Questo giardino risale al 1964, 1965 ed fu uno dei primi giardini che l’architetto Gorian progettò a Treviso. Appartiene ad una abitazione privata, che si affaccia su una via centrale della città ed il giardino è nella parte retrostante della proprietà. Successivamente il giardino è stato leggermente ampliato.

Molte delle piante messe a dimora dall’architetto col passare degli anni sono morte. le palme che si intravvedono sono nate da sole. Interessanti sono i caminamenti e la piattaforma sotto il tavolo composti da pietre di calcestruzzo a forma circolare, eseguite da un artigiano. Alcune di queste pietre sono state spostate per adattarle all’ampliamento del giardino.

Progetto del giardino del Dott. Silvano Magnoler

Verde Sublime

Treviso, 3 gennaio 2021

Ringraziamo la sig.ra Liubina Debeni Soravito per averci fatto pervenire questa parte di un articolo più ampio dal titolo: “Ottocento: il secolo fiorente per i vivaisti Goriziani”, all’interno del volume “Verde Sublime”.

Siamo molto grati inoltre alla Fondazione Palazzo Coronini Cronberg per averci dato il consenso alla sua pubblicazione.

9 dicembre 2020

Avremmo voluto ricordare il 25° anniversario della morte di nostro padre in tutt’altro modo, non certo rinchiusi in casa a lottare contro un nemico invisibile.

Avevamo pensato ad un piccolo convegno, ad una mostra a Treviso; inoltre era in corso di perfezionamento un evento in collaborazione con l’Università di Venezia.

Purtroppo nulla di tutto questo potrà essere realizzato, ma vogliamo lo stesso celebrare la ricorrenza e rinnovare il ricordo della figura di nostro padre con un contributo particolare da parte di noi figli.

E’ per questo che dal 9 dicembre 2020 sarà disponibile una nuova edizione riveduta ed ampliata del libro “I giardini di Ferrante Gorian”, realizzata come e-book, che sarà possibile richiedere in versione cartacea tramite stampa on demand e spedita a casa, con circa 30 pagine in più rispetto alla prima edizione.

Grazie per l’attenzione e a presto!

I figli dell’architetto Ferrante Gorian